Active Aging. La bellezza è (solo) una questione di rughe?

Thursday, February 19, 2015

Active Aging. La bellezza è (solo) una questione di rughe?

Cosa accomuna donne spiazzanti, provocanti, ma anche rassicuranti come Diane Keaton, Catherine Deneuve, Helen Mirren e Charlotte Rampling, solo per citarne alcune?

Sono i “nuovi” volti over60 della pubblicità scelti per proporci una nuova idea di bellezza che concepisce le rughe e i segni del tempo come elogio della naturalezza, dell’eleganza e dello stile.

Attrici autorevoli, modelle “senza tempo” e intellettuali sono contese da stilisti, marchi del lusso e della cosmetica per parlare del proprio brand ad un “nuovo” pubblico di riferimento.

Ma da chi è costituito questo nuovo pubblico e a cosa dobbiamo questo capovolgimento dei canoni della bellezza?

La base del cambiamento va ricercata nell'allungamento dell’età media e dell’aspettativa di vita, arrivata in Europa, secondo l’indagine Istat del maggio 2014, a 77anni per gli uomini e 83 per le donne. Inoltre anche l’età pensionabile si sta allungando e la cura del proprio aspetto esteriore è oggi una prerogativa non più esclusiva dei giovani.
Ecco identificato il nuovo pubblico: milioni di uomini e donne agés che, proseguendo la propria attività lavorativa, avvertono l'esigenza di una maggiore cura di sé e del proprio aspetto.

Stiamo assistendo a un vero e proprio cambio del costume e il mondo fashion e beauty non poteva che adattarsi a una società sempre più longeva.

Vediamo quindi marchi altisonanti ingaggiare attrici del calibro della 69enne Helen Mirren, indiscussa bellezza naturale che non nasconde la sua età, scelta come nuova testimonial per una linea prodotti di uno dei più noti brand di cosmesi. Accanto a lei altri due grandi nomi del cinema statunitense - Jane Fonda, 76 anni, e Diane Keaton, 68 anni - sono stati scelti dalla stessa azienda come volti per la linea dedicata a pelli mature.

Perché questi nuovi testimonial e quale messaggio vogliono darci?

Una ragazza di trent’anni potrebbe non rappresentare un testimonial efficace per mostrare gli effetti di un prodotto Anti Aging. E’ anche vero però che attrici come Charlotte Rampling o Helen Mirren sono delle evergreen della bellezza : erano meravigliose a 20 anni e lo sono sempre di più, anche superata la soglia dei 60.

Ritroviamo e riconosciamo una nuova esteriorità caratterizzata dalla disinvoltura, naturalezza e stile con cui queste donne mature indossano i segni del proprio vissuto dichiarando che la bellezza è soprattutto uno stato mentale. Messaggio che ha voluto trasmettere anche una storica casa di moda francese scegliendo come protagonista della propria campagna 2015 la giornalista, scrittrice e saggista americana Joan Didion (80 anni).

Possiamo quindi parlare ancora di Anti Aging?

In medicina e in cosmesi da sempre associamo l’espressione Anti Aging a quelle sostanze atte a prevenire l’invecchiamento, quasi a combatterlo cancellando i segni del tempo.
I ‘nuovi’ volti della pubblicità hanno però svecchiato il concetto di bellezza, liberandolo dagli stereotipi dell’apparenza e della superficialità per farlo diventare qualcosa di più profondo e coinvolgente.

La bellezza non è caratterizza dall’assenza di rughe e il nostro aspetto esteriore racconta quello che abbiamo acquisito in esperienza e autorevolezza.

Per questo il vero obiettivo da raggiungere è migliorare la qualità della vita e la salute del nostro corpo, più che cancellare i segni del tempo.

Questo è il concetto alla base dell' Active Aging che noi di AVG intendiamo diffondere, riprendendo un progetto nato negli Stati Uniti intorno agli anni ‘50 con l’obiettivo di sostenere gli adulti nella fase d’invecchiamento.

Qual'è la teoria alla base dell'Active Aging?

Noi di AVG crediamo nell’ invecchiamento attivo , un processo di ottimizzazione che mima e sostiene i naturali processi biochimici del nostro organismo, proponendo al contempo soluzioni eclettiche e multifunzionali, in grado di agire a più livelli: ciascun attivo da noi proposto affronta gli inestetismi nella loro globalità, raggiungendo più obiettivi contemporaneamente.

AVG non vuole combattere il naturale invecchiamento, bensì supportarlo.

_________________________________________________________________________

Tutte le immagini della serie Sougata Ghosh "Dame Helen Mirren" sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non opere derivate 
CC BY-ND – Alcuni diritti riservati

I nostri prodotti

Ricerca i nostri attivi

Parliamo di...

 Vi aspettiamo al Making Cosmetics 2018

Vi aspettiamo al Making Cosmetics 2018

Il 21 e 22 Novembre prossimi, si terrà a Milano l’edizione 2018 di MAKING COSMETICS. La manifestazione, è motivo di orgoglio per gli operatori italiani del settore che, nell’ambito di questo evento, possono trovare le occasioni giuste per aumentare la conoscenza reciproca, nonché la possibilità di estendere il proprio spettro di relazioni al mercato internazionale.

Leggi
MossCellTech n.1, un’innovazione che rivoluzionerà il mercato cosmetico dell’anti-aging.

MossCellTech n.1, un’innovazione che rivoluzionerà il mercato cosmetico dell’anti-aging.

Mibelle Biochemistry, in collaborazione con l'Università di Friburgo e Greeninnovation Biotech, ha creato MossCellTech n.1, un’innovazione che rivoluzionerà il mercato cosmetico dell’anti-aging. AVG presenta questa nuova tecnologia in esclusiva nel mercato italiano, consentendo all’industria cosmetica di formulare prodotti con un attivo derivato dal muschio, sostenibile ed assolutamente efficace, grazie alle particolari proprietà di queste incredibili piante eucariote che circa 470 milioni di anni fa “colonizzarono” la terra.

Leggi
è una divisione di AVG s.r.l. | P.IVA 03535230969 | REA MI 1682944 | cap. soc. i.v. € 10.000,00 | © Copyright 2009-2014 AVG s.r.l. tutti i diritti riservati | Privacy

AVG s.r.l.
via IV Novembre, 92/T
20021 Bollate (Milano)
tel. +39 02 99020245, +39 02 99029594
fax +39 02 3505691
info@avgsrl.it

AVG s.r.l. è: